La gentilezza al lavoro: perché ora più che mai La gentilezza al lavoro: perché ora più che mai
09.03.2021

Molte persone citano in modo sbagliato il lavoro di Charles Darwin. Il suo concetto di “Sopravvivenza di chi si adatta meglio” è spesso collegato all’essere umano, e all'idea che per sopravvivere dobbiamo badare a noi stessi.

Ma in questo modo interpretano tutto il lavoro di Darwin nel modo errato. Lui non vedeva l’umanità come biologicamente competitiva e interessata solo a sé. Darwin credeva che gli umani fossero parte di una specie sociale e premurosa e sosteneva che questa compassione per gli altri fosse una parte fondamentale della nostra natura.
 


Noi nasciamo buoni, credeva Darwin, ma non appena cresciamo, ci insegnano ad essere duri e a reprimere le tendenze compassionevoli.

Eppure, le ricerche lo dimostrano, la gentilezza è vitale per il successo in tutto ciò che facciamo nella vita. Troviamo che sia uno dei più importanti indicatori di soddisfazione e stabilità in un matrimonio. La gentilezza, mostrata soprattutto come empatia e cura, è tra le caratteristiche più importanti nei grandi leader.

 

E PIU’ CHE MAI ORA SI HA BISOGNO DI GENTILEZZA

La morte di George Floyd ha scioccato molte persone di tutte le razze. Nei giorni successivi, abbiamo chiamato e ascoltato molti dei nostri amici e colleghi di colore.

Noi, in quanto uomini bianchi, siamo stati educati in modo profondo riguardo le esperienze delle persone di colore come vittime di razzismo. Niente inizia a cambiare in questo mondo se non siamo abbastanza gentili da ascoltarci gli uni con gli altri.

Comprendiamo che i cambiamenti politici devono avvenire, naturalmente, ma accadranno solo se apriamo veramente le orecchie e ci capiamo l’un l’altro.

 

LA GENTILEZZA NEL LUOGO DI LAVORO

Siamo stati consulenti nel mondo aziendale per due decenni, e sappiamo che la gentilezza non è tipicamente considerata una virtù ricercata da molte aziende.

Per scalare la gerarchia aziendale, ci viene detto che dobbiamo accendere un fuoco nella nostra pancia, e non diventare più compassionevoli.

Consciamente o inconsciamente, il messaggio è: non arriverete in alto se siete uno zerbino. La ricerca mostra, tuttavia, che l’essere gentili non ha niente a che fare con la debolezza, mentre ha moltissimo a che fare con la forza.

La ricerca avvalora la tesi che le culture di lavoro gentili e positive sono più produttive e profittevoli di quelle negative. John Kotter e James Heskett della Business School di Harward, una volta hanno svelato i risultati di ricerche durate per 11 anni.

Lo studio ha rivelato che le culture positive hanno avuto una crescita 10 volte superiore a quella delle aziende con posti di lavoro caratterizzati da ambienti negativi.

La crescita dei ricavi è stata più di 4 volte maggiore negli ambienti con cultura positiva, rispetto a quelli negativi.

 

Immagina se ogni azienda addestrasse i suoi lavoratori in comportamenti come la cura e l'empatia per i propri colleghi, i propri clienti e la propria comunità. Immagina se ogni azienda includesse la gentilezza nei suoi valori fondamentali. E se poi spiegasse l'esatta tipologia di comportamenti che stavano cercando in quel valore?

Se ci pensi, è davvero facile da capire che la gentilezza genererà produttività nelle nostre squadre. Ma come?

 

OGNI GIORNO IMPEGNATI A FARE 3 AZIONI DI GENTILEZZA A SCELTA NEL LUOGO DI LAVORO

Idee di azioni gentili potrebbero essere:

  • Ascoltare le esperienze di vita di un collega che viene da un ambiente diverso

  • Tirarsi su le maniche per aiutare un collega sott’acqua

  • Aiutare un collega con dei documenti

  • Scrivere un messaggio a mano per ringraziare di un lavoro ben fatto

  • Offrirsi di fare il lavoro meno amato di qualcuno

  • Elogiare un compagno di squadra in una riunione di staff

  • Ricordarsi il compleanno di qualcuno

Speriamo che troverai queste azioni utili per migliorare la cultura di squadra e accrescere la felicità nella tua stessa vita.

Nel rendere un posto lavorativo migliore per gli altri, ci rendiamo leader migliori.



Autore: Adrian Gostick e Chester Elton - Esperti di team management and HR
Fonte: www.thecultureworks.com