Gestire il tempo e l'energia in modo efficace Gestire il tempo e l'energia in modo efficace
21.11.2023

Quando c'è troppo da fare, è inevitabile che alcune cose della vostra lista delle attività da svolgere rimangano incompiute. Potete cercare di fare tutto in modo frenetico e aspettare di vedere quali cose cadono nel dimenticatoio, oppure potete concedervi una tregua decidendo in anticipo a cosa dare priorità.
 


Definire (o ridefinire) le priorità.
Quando sapete quali sono i compiti più importanti per la missione e i valori della vostra organizzazione, potete dare la precedenza alle cose da fare. Prendete il tempo necessario per determinare sia l'importanza che l'urgenza delle voci della vostra lista, e poi ritagliate proattivamente del tempo per le attività più importanti, soprattutto quelle meno urgenti e che tendono a scomparire dal vostro radar. Gli altri compiti possono essere delegati, rimandati o privati del tutto.







La matrice del tempo di FranklinCovey
La Matrice del Tempo è uno strumento per classificare ogni attività attraverso il cervello pensante, con un orientamento verso le cose importanti, ma non urgenti (il quadrante Q2 della produttività  straordinaria). Più tempo riusciamo a dedicare al Q2, meno ci  occuperemo delle urgenze degli altri.





Chiarire obiettivi e aspettative.
Alcuni leader temono che, se non vedono i loro collaboratori lavorare, non viene fatto nulla. Ma anche quando la visuale è chiara e le persone lavorano sodo, non c'è garanzia che stiano lavorando in modo efficace.

Se un leader non ha fissato obiettivi e aspettative chiare, il suo team potrebbe lavorare molto duramente, ma questo non significa essere produttivi. L'obiettivo non è lavorare sodo, ma fare progressi verso obiettivi specifici allineati con la missione dell'organizzazione.

Quando gli obiettivi e le misure sono chiari, i leader non hanno bisogno di monitorare o controllare le persone per sapere se stanno facendo le cose. Possono semplicemente seguire regolarmente gli obiettivi e gli indicatori di performance per valutare i progressi. I singoli possono anche avviare conversazioni sulla definizione delle priorità e assumersi la responsabilità della propria efficacia, potendo così organizzare il proprio lavoro in modo più produttivo.

Assumetevi la responsabilità del vostro benessere.
Quando l'ufficio è la propria casa e si hanno poche interazioni personali o tempi morti legati agli spostamenti, può essere facile lavorare costantemente senza accorgersi che le energie si stanno esaurendo. La cura di sé è alla base della produttività e della soddisfazione, ma può anche essere difficile stabilire le priorità in modo coerente, soprattutto nei periodi di alta pressione e di rapidi cambiamenti.

"Il lavoro a distanza offre agli individui una maggiore libertà e allo stesso tempo una maggiore responsabilità nel prendersi cura di se stessi", afferma Adam Merrill, vicepresidente esecutivo di Market and Customer Intelligence. Ogni persona deve individuare i propri limiti, che si tratti di non controllare la posta elettronica la sera, di fare una pausa pranzo o di dire no a progetti secondari. I cinque conduttori di energia (movimento, cibo, sonno, relax e relazioni) forniscono anche un quadro utile per garantire che il corpo e il cervello ricevano le cose di cui hanno bisogno, come il cibo, l'esercizio fisico, il sonno e il tempo per rilassarsi.



Autore: FranklinCovey - Azienda leader nella consulenza e la formazione
Fonte: www.franklincovey.com