Intervista a Silvia Cardini - EC Vacanze Intervista a Silvia Cardini - EC Vacanze
21.05.2013
  1. Come descriveresti la tua azienda?
    Dinamica. In continua evoluzione. Attenta al cliente.
    Abbiamo il desiderio di dare al cliente quello che vuole, vogliamo sorprenderlo e superarne le sue aspettative.
    Cerchiamo di fare sentire le persone del gruppo come parte della nostra famiglia, con valori comuni, vogliamo una struttura da grande azienda con rapporti famigliari.
    Siamo persone innamorate del nostro lavoro.
  2. Quali sono le principali motivazioni del vostro successo?
    Non ci siamo mai sentiti arrivati, nonostante successi e riconoscimenti, abbiamo sempre e continuamente cercato di migliorarci, trovare il meglio, stare in ascolto.
    Ricerchiamo persone allineate con i nostri valori, per svilupparne il talento e tirarne fuori il meglio, da ognuno di noi.
  3. Quali sono le aree su cui siete distintivi? Cosa fate per esserlo?
    Come ti dicevo, forniamo un servizio superiore alle aspettative, da sempre. Sia dal punto di vista del servizio che delle strutture.
    Trattiamo il cliente come una persona e non come un numero, vogliamo davvero “chiamarlo per nome”.
    Siamo bravi a fiutare e sentire velocemente i trend e le necessità del cliente, a trasformare i suoi bisogni in servizi, ad anticipare le sue necessità.
    Siamo in ascolto del cliente, sempre. Parliamo con loro e ne accogliamo i suggerimenti.
  4. Quali sono i principali consigli che ti senti di condividere con un manager e con un imprenditore?
    Credere in quello che si fa, divertendosi nel farlo.
    Oltre a questo, sapersi circondare delle persone giuste.
  5. Qual è il tuo sogno?
    Difficile questa :-).
    Che Elite Club Vacanze venga sempre più riconosciuta e legata alla vacanza dove la qualità supera le aspettative. Un posto dove le nostre persone possano trovare un trampolino di lancio.
    Sogno che Elite Club Vacanze venga associata all’attenzione all’ambiente, ad un’azienda con un respiro sociale e benefico.
  6. Quali sono i tuoi mentori e le persone a cui ti ispiri? Perché?
    Me stessa, ora te lo spiego perché non vorrei sembrare presuntuosa :-).
    Voglio essere aperta, confrontarmi con altre realtà a 360°, da queste prendere il meglio per adattarlo alla mia realtà.
    Cerco l’eccellenza, in tutte le sue forme.
  7. Che libro consiglieresti? Perché?
    Il segreto del carisma di Emanuele Maria Sacchi.
    Perché il lavoro è un po’ la vita. È un libro che con poche cose, di facile evidenza, ti fa capire che con piccoli cambiamenti puoi ottenere grandi risultati, con te stesso e le persone che ti circondano!
Qualità di un Responsabile Vendite Qualità di un Responsabile Vendite
30.04.2013
Quante ne possiedi?

  1. Mantieni un atteggiamento positivo… orientato a trovare soluzioni, ad agire, a comprendere le persone. L’entusiasmo del proprio capo è contagioso. Attenzione che se ti avvicini troppo a questo risultato, potresti imbatterti in un serio caso di successo.

  2. Abbraccia il cambiamento… il cambiamento è certo. I followers tendono a resistergli. E' il marchio del leader dare il benvenuto alle novità e organizzarsi per cogliere le opportunità che ne derivano.

  3. Schiera il coraggio… Douglas MacArthur diceva: “Il coraggio è semplicemente paura che resiste un po’ più a lungo”. Ottimo consiglio. George Patton diceva: “Io non accetto consigli dai miei timori”. Ottimo consiglio. I leader scelgono di essere coraggiosi.

  4. Rischia… Il rischio più grande è non correrne mai uno. Uno degli elementi distintivi del successo è la volontà di rischiare. I leader sono determinati a vincere oppure a tentare nuovamente.

  5. Ascolta… Ascolta con l’intento di capire. I leader ascoltano per imparare. I tuoi potenziali clienti conoscono i loro bisogni e sanno cosa sta accadendo nelle prime linee dei loro business: basta ascoltare.

  6. Comunica… I leader si pongono come esempio per la comunicazione aperta. Usano la testa. Dicono quello che provano. Parlano con il cuore.

  7. Delega e fai crescere le risorse… I leader condividono le responsabilità. Loro non sono dittatori, loro pongono in atto esempi che gli altri possano seguire. Incoraggiano la crescita personale dei collaboratori spronandoli ad assumere nuove responsabilità, incoraggiandoli ad ottenere risultati positivi e supportandoli se falliscono. I leader comprendono che gli errori sono lezioni lungo la strada che porta al successo.

  8. Comprendi gli altri, te stesso e la tua situazione… I leader capiscono l’importanza di un approccio aperto e curioso. Una costante ricerca di conoscenza porta ad una maggiore comprensione.
1  ... 36 37 38 39 40 41 42 43 ...  44
vai all pagina